L'amico del Bonsai

Valutazione di un Bonsai

Bonsai di Faggio

La valutazione di un bonsai, consiste nel verificare quanto esso esprima lo stile al quale è stato educato. Gli altri elementi di giudizio sono: anni di coltivazione in vaso, graduale conicità del tronco, spessore e lunghezza dei rami e la reciproca distanza, la presenza o meno di cicatrici, l’aspetto della corteccia, condizioni della chioma, equilibrio armonico col vaso e vigore generale. La valutazione si basa su parecchi elementi di giudizio, tre dei quali sono basilari.

  • Disposizione delle radici

Un buon nebari, cioé radici correttamente disposte a raggiera. Alberi secolari hanno quasi tutti forti radici ben visibili in superficie.

  • Portamento

Andamento dalla base all’apice, tronco robusto alla base che si restringe progressivamente verso l’apice; privo di brutte cicatrici, malformazioni, ma che da tuttavia l’impressione di essere provato dalle avversità atmosferiche e di essere forte e vigoroso. Allo stato spontaneo il tronco assume un’infinità di forme a seconda della specie e dell’habitat.

  • Disposizione dei rami

Caratteristica che condiziona l’aspetto di insieme del bonsai, dal modo in cui i rami dipartono dal tronco verso la loro estremità.

Altri elementi di giudizio di un Bonsai

Altri elementi di giudizio di un bonsai sono la struttura e colore del tronco, la forma e il tessuto delle foglie, fitte e piccole. L’armonia tra pianta e vaso è fondamentale e completa il valore artistico dell’opera d’arte. In sintesi alberi esili ed eretti vanno bene in contenitori bassi ed ovali o rettangolari, quelli con tronco vigoroso in stile eretto casuale vanno bene in vasi più profondi vivacizzati da un bordo e piccole gambe. Gli alberi a cascata vanno bene in vasi piuttosto profondi rotondi o quadrati. Ottenere un equilibrio perfetto tra pianta e vaso è spesso un’impresa difficile. La vera bellezza del bonsai consiste infatti in una fusione tra la forma naturale dell’albero e quella creata dall’uomo, nel plasmarli sulla base del loro portamento naturale.