L'amico del Bonsai

Storia del Bonsai

Bonsai di PinoStoria del Bonsai. Si ritiene che il bonsai, inteso come albero educato in vaso, abbia avuto origine in Cina dal VI – VII Secolo, in seguito l’arte fu importata in Giappone e portata ai massimi livelli di raffinatezza estetica…
E’ possibile distinguere due diversi modi di accostarsi al bonsai: “approccio visivo” e approccio fisico e metafisico”. Nella cultura Giapponese ha avuto il predominio l’approccio visivo, il desiderio costante di eliminare elementi di casualità e disordine, e di farla corrispondere ai principi della sensibilità artistica umana.
Per i giapponesi la bellezza naturale diviene vera bellezza solo quando è modificata in armonia con un ideale umano.
Fino al 1300 circa, la ricerca innaturale del bonsai si disapprovava. Nel periodo di Edo, dal 1600 circa in poi, si diede origine ad un considerevole numero di stili bonsai più o meno effimeri, ottenendo forme ritorte o fantastiche.
I monaci cinesi Zen diedero un importante contributo alla diffusione dell’approccio astratto ed intellettuale del bonsai, in seguito molto apprezzate dalle classi giapponesi al potere.
Fino ad allora l’arte del bonsai in Giappone era seguita esclusivamente dalle classi dei monaci, dei dotti, degli artisti e dei poeti.

In seguito anche il popolo cominciò ad apprezzarne la bellezza con rapido successo.
Le piante più popolari erano le camelie. Pare che la moda ebbe il suo culmine intorno al 1660, cominciando a coltivare molte specie insolite. Si pubblicarono molti testi specialistici che riportavano l’esistenza di oltre 160 specie di azalea e 200 di camlelia.
In tempi più recenti (1804 – 1829) al gusto per le piante da fiore si sostituì quello per il fogliame.
Nell’era Meiji (1868 – 1912) il mondo del bonsai comincia ad assumere una fisionomia organizzata, con associazioni di appassionati e diventò un’arte condivisa da tutti.
Fu costituita un’organizzazione nazionale di coltivatori e mercanti di bonsai. Nel 1928 fu tenuta la prima esposizione “Kokufuten”, con la presenza di esemplari provenienti da tutto il Giappone. La mostra si tiene ancora oggi una volta l’anno sotto gli auspici della Nippon Bonsai Association.
Oltre i confini giapponesi il bonsai riscosse per la prima volta vasto interesse presso un’esposizione internazionale a parigi nel 1937.
L’interesse per il bonsai si diffuse rapidamente in tutto il mondo.